Scendendo i monti del Chianti, da Firenze verso Siena, il paesaggio si fa più dolce: i rilievi sfumano verso le Crete senesi ed i campi, le viti e gli ulivi prevalgono, in una campagna più domestica, sulle ultime propaggini dei vasti boschi chiantigiani.

F17

La collina di Calcinaia è sul confine meridionale del Chianti Classico: un crinale di tufo e ciottoli allungato tra due lingue di campi coltivati lungo i borri del Cerrone e dello Spugnaccio. Ha la forma della chiglia di una nave rovesciata: la prua rivolta a sud ed il fianco orientale ospitano le vigne e gli ulivi, a nord ed ovest boschi di querce e di lecci. Al centro, il casale.

Casa

F1

Il casale è grande ed articolato, edificato nei secoli secondo le esigenze dei campi e delle varie famiglie che vi lavoravano. I muri parlano lingue di epoche diverse: muri enormi di terra battuta, muri a pietre squadrate, a pillole di fiume, muri più sottili a laterizio. Secoli di aggiunte e di modifiche per arrivare ad oggi, intatto da almeno cento anni, armonioso come uscito dalle mani di un unico artista, epigono del genio e del gusto toscani.